La serie A supera il Pesaro

  • 22 Gennaio 2019
1 of 1 (or use arrow keys to navigate )

La U.S. Primavera Rugby si impone 26 a 15 sul Pesaro al termine di una partita combattuta e a tratti, condizionata dalla pioggia.

Primavera che nei primi minuti si riversa subito nella metà campo avversaria, costringendo il Pesaro a difendere, senza lasciare agli ospiti alcuna opportunità offensiva.

Da queste prime folate offensive arrivano prima 3 punti grazie al piede di Salvemme, nominato migliore in campo con 6/6 dalla piazzola, poi la meta di Alegiani, in grado di leggere perfettamente l’atteggiamento della prima linea difensiva del Pesaro, superarla e schiacciare in meta (10 a 0).

La Primavera è padrona del campo e a metà del tempo trova altri tre punti. Al 28’, però, la squadra di casa resta in inferiorità numerica per un giallo comminato ad Ettore Merendino dall’ottimo direttore di gara, Filippo Bertelli. Il Pesaro alza la testa segnando per ben due volte in pochi minuti e fissando il risultato del primo tempo sul 13 a 10.

Nella ripresa gli ospiti spingono il piede sull’acceleratore, forti del maggior peso della mischia chiusa e riescono a trovare la terza meta di giornata. Babbi però, manca i pali per la terza volta consecutiva. Il punteggio si sposta sul 13 a 15.

Sul capovolgimento di fronte la Primavera marca, ancora dalla piazzola: Salvemme trasforma la punizione del 16 a 15.

A questo punto la partita sembra vivere di un sostanziale equilibrio, condizionato da diversi cambi di possesso. Da qui la scelta di Leonardi e Alverà di inserire forze fresche per dare nuova linfa vitale alla manovra offensiva.

Al 58’ il pack della Primavera sfrutta al meglio una touche sui 5 metri avversari e riesce a segnare con Vittorio Callori. La trasformazione del numero 11 gialloblù porta il risultato sul 23 a 15.

Sistemati i problemi in mischia chiusa, anche grazie all’ingresso in campo di Jacopo di Resta, tornato dopo diversi turni di riposo causa infortunio, la Primavera diventa padrona del campo e riesce ancora a segnare al 68’, ancora su punizione. Il risultato cambia per l’ultima volta, sul definitivo 26 a 15.

Nel finale la Primavera prova ancora a marcare, ma le ultime occasioni si fermano sul muro difensivo dei giallorossi di Pesaro.

Da sottolineare la prima presenza con la maglia da titolare per il giovane Umberto Marocchi, classe 2001, al suo secondo cap con il primo XV.

 

Roma, “G.Onesti n.1” – Domenica 20 Gennaio 2019 U.S. Primavera Rugby V Pesaro Rugby 26/15 (pt. 13/10)

Marcatori: 6′ Salvemme 3/0, 9′ Alegiani, tr Salvemme, 10/0, 21′ Salvemme 13/0 32′ Antonelli, NT 13/5, 37′ Koloofai NT 13/10  48′ Koloofai, NT. 13/15, 51′ Salvemme 16/15, 58′ Callori tr Salvemme 23/15, 68′ Salvemme 26/15.

U.S.Primavera: Merendino, Martelletti (60’Martelli), Marocchi, D’Ottavio, Salvemme, Alegiani, Ventola, Belloni, Randazzo (55′ Callori S.) Callori V., Serini (55’Custureri) Bilotti, Belcastro (60′ Di Resta), Venturoli (55′ Gabbuti) Sbarigia   A disp: Borsetti, Moccia All. Leonardi,  Alverà

Pesaro Rugby: Nardini, Salvi, Mokom, Erbolini, Soavi, Babbi, Tarini (41′ Panzieri) Antonelli, Agostini, Del Bianco, Koloofai, Campagnolo, Tripodo, Sangiorgi, Galdelli (56′ Solari). A disp: Leva, Giunti, Sanchioni, Venturini, Coppari  All: Mazzuccato

 

Calciatori: Salvemme 6/6, Babbi 0/3

Note: pioggia, 200 spettatori circa

Man of the match: Salvemme

Cartellini: Giallo 28′ Merendino

Punti in classifica: US Primavera 4, Pesaro Rugby 0