Serie A: ad Alghero arriva solo il punto di bonus difensivo

  • 15 Aprile 2019
1 of 1 (or use arrow keys to navigate )

Sconfitta bruciante per la U.S. Primavera Rugby che al 78’ vede sfumare la vittoria a favore dei padroni di casa dell’Alghero per 19 a 17 in un match che ha visto la Primavera avanti per quasi tutta la partita.

Match decisamente combattuto che la Primavera gioca subito a viso aperto. Dopo una punizione messa a segno dai padroni di casa, i gialloblu si riversano nella metà campo avversaria trovando al 15’ la meta con Condemi, bravo a finalizzare una ottima azione corale, trasformata da Salvemme.

Un po’ di sfortuna non permette alla Primavera di allungare: due punizioni di Giacomo Salvemme sono fermate dal palo, mentre per due volte l’Alghero centra i pali (9 – 7).

La Primavera, nonostante lo svantaggio, continua la sua manovra offensiva e, nell’ultima azione del primo tempo, trova ancora la meta con Federico Brancadoro, bravo ad intercettare un lungo passaggio del 10 avversario e schiacciare in mezzo ai pali dopo aver attraversato tutto il campo.

All’intervallo il punteggio è 9 – 14.

Nella ripresa l’Alghero prova ad alzare il ritmo per cambiare l’inerzia della partita, ma è ancora la Primavera a segnare: Salvemme centra i pali su punizione (9 – 17).

Negli ultimi quindici minuti la squadra di casa aumenta l’intensità della la manovra offensiva e complice l’indisciplina della Primavera (che sarà anche costretta in quattordici per un cartellino giallo) al 76’ trova la via dei pali accorciando sul 12 – 17.

A due minuti dalla fine la Primavera commette un’ingenuità nei ventidue avversari con Venuti che non rotola via dopo un placcaggio, regalando un calcio di punizione all’Alghero che, con un calcio eccezionale trova la touche a cinque metri dalla linea di meta dei gialloblu.

Dalla rimessa laterale arriva la meta beffa dei padroni di casa, trasformata poi dal calciatore dell’Alghero, che fissa il punteggio sul definitivo 19 a 17.

Per la Primavera ora diventa fondamentale l’ultima partita il 28 aprile con I Medicei per evitare il girone dei play out. Fondamentale sarà anche il risultato della partita L’Aquila-Capitolina, dove gli abruzzesi, al momento, sono avanti 3 punti in classifica.