La Giornata Mondiale per la Consapevolezza sull’Autismo della Primavera Rugby

  • 2 Aprile 2020
1 of 1 (or use arrow keys to navigate )

In occasione della Giornata Mondiale per la Consapevolezza sull’Autismo, la Primavera Rugby lancia su Spotify la playlist con le canzoni scelte dai ragazzi del Progetto Rugby&Autismo

Penso che un sogno così non ritorni mai più
Mi dipingevo le mani e la faccia di blu
Poi d’improvviso venivo dal vento rapito
E incominciavo a volare nel cielo infinito

Roma, 02 aprile 2020 – La Primavera Rugby come ogni anno aderisce alla Giornata Mondiale per la Consapevolezza sull’Autismo, indetta dall’ONU il 02 aprile, come occasione importante di riflessione e consapevolezza.

Mai come in questo momento, infatti, il pensiero del Club va alle famiglie ed ai ragazzi del Progetto Rugby Autismo che come tutti noi sono costrette a casa a seguito dell’emergenza nazionale.

Ed è proprio in questo frangente storico, fatto di inevitabili restrizioni agli spostamenti e limitazioni alla normale vita quotidiana, che emergono i valori del Club ed il senso di appartenenza alla “Famiglia Primavera”.

Con Primavera Cares, la componente sociale del Club, abbiamo deciso dunque di porre un momento di attenzione e di riflessione sul significato della “giornata del 02 aprile”. Certo ce l’eravamo immaginata diversamente, magari con un bell’allenamento sul campo, come facciamo ininterrottamente da ormai 8 anni, il cerchio finale tra i ragazzi ed i volontari, ed un bel terzo tempo a conclusione!

Purtroppo tutto ciò oggi ci è impossibile farlo; ma in attesa di tornare ad abbracciarci, abbiamo deciso di dar voce “al nostro cerchio” chiedendo ad ognuno dei bambini e dei ragazzi del progetto di indicarci una canzone che in questo particolare momento o nel corso della propria vita, lo rappresenti al meglio.

Ne è uscita fuori una playlist bellissima, ascoltabile e condivisibile da tutti e che segna l’esordio della Primavera su Spotify.

Ascoltando ogni singola traccia ci sembrerà simbolicamente di abbracciarci l’uno con l’altro, di entrare in contatto con ognuno dei nostri ragazzi, replicando quel cerchio che ogni sabato pomeriggio chiude gli allenamenti. E’ un cerchio forte che si estende sempre di più con nuovi innesti, dove le relazioni si cimentano e le paure si superano, prendendo maggior consapevolezza di se stessi e degli altri.

È un cerchio liberatorio dove le Emozioni prendono voce, toccano il cuore e creano breccia, rompendo quel muro di silenzi e pensieri repressi…

alza il volume al massimo e “nel cerchio di un pensiero riposati sognando.”