U12: Torneo Invictus

  • 12 Dicembre 2019
1 of 1 (or use arrow keys to navigate )

Commento a cura di Stefano Romano

Ci sono tutti gli estremi per dichiarare la partecipazione della U12 al torneo INVICTUS un successo.

Gli obiettivi di questi impegni sportivi sono diversi e noi genitori abbiamo il dovere e il privilegio di soffermarci su quelli meno tecnici e più umani.
Per ciascun bambino è una prova diversa, chi impara a fidarsi di un compagno affidandogli un pallone prezioso, chi sperimenta la responsabilità di aiutare la squadra; quello che prova a gestire la rabbia per una scorrettezza subita dall’avversario e quell’altro, che pensa a ciò che poteva dare e che non ha dato. C’è quello che impara a togliere gli scarpini senza sedersi e chi pazientemente aspetta il turno per mangiare; per non parlare poi di chi, dopo essersi chiesto per tutto il giorno, ma cosa ci faccio qui? trova il sorriso per un abbraccio dei compagni e i complimenti dell’allenatore. 

Li abbiamo sotto i nostri occhi ma solo ogni tanto lo vediamo chiaramente; crescono in fretta un passo alla volta, un torneo dopo l’altro; a noi spetta solo lasciarli fare e in cambio ci godiamo lo spettacolo di questi piccoli grandi alle prese con la vita.

In conclusione, al torneo INVICTUS 2019, i numeri più importanti di una bella giornata di rugby:
32 atleti disponibili e convocati (un grazie alle famiglie per la grande partecipazione), 2 squadre gagliarde, 3 educatori in grande forma (un grazie per la loro passione e soprattutto per la pazienza).

Questa è la U12 della Primavera Rugby: I nostri 32 migliori giocatori del torneo!

(compresi quelli con febbre e mal di pancia vari, dispiaciuti per non aver giocato…questa volta)