Under 10, una domenica speciale

  • 5 dicembre 2018
1 of 1 (or use arrow keys to navigate )
E’ domenica e suona la sveglia, stancamente la disattivo e già sto pensando: chissà se ancora piove. Mettere su il caffè, guardare il cielo e pensare: “adesso chi lo sveglia quello”, è un tutt’uno. “Forza giù dal letto che oggi si gioca!”. Giusto il tempo della colazione, poi la divisa e il primo freddo del mattino.
In auto qualche commento, “che batosta ieri con gli All Blacks”, “allora oggi grandi squadre da affrontare al torneo”. Dentro di me penso, ci sarà da soffrire; fino ad ora grandi prove ma gli avversari di oggi?… Padova, Milano, Frascati, URC..brrr..
Intanto piove, “ma chi ce lo fa fare, non era meglio un museo? forse anche la messa…”, queste frasi restano in bocca e al parcheggio è solo:”forza raggiungi i compagni e in bocca al lupo…e divertiti”.
Qualcuno è già lì, altri arrivano alla spicciolata. 2/3 di energia, dai ragazzi e allenatori, e 1/3 di caffè; questa la ricetta per affrontare la pioggia e il campo.
Dopo poco tutti schierati, di qua e di là della staccionata.
Tra i ciuffi bagnati lo sguardo di questi piccoli guerrieri, si fa notare: concentrazione. Gli educatori gli chiedono impegno e coraggio; i genitori hanno i brividi ma non è la pioggia, è l’impresa…tutto d’un fiato vincono partite difficili senza risparmiarsi; sono piccoli, grandi, veloci, hanno muscoli, testa, passaggi, placcaggi e calci… ognuno ci mette del suo.
I loro coach non si accontentano, anche se l’impresa è già compiuta, sanno che si avvicina la finale. Ed è contro Padova!
Loro lo sanno che contro il freddo e i Neri può aiutare mantenere la concentrazione e la voglia di vincere.
Eccoli i Neri del Petrarca, si scaldano sotto l’acqua e sembrano quelli dell’Olimpico per quanto sono disciplinati e grossi. Scattano le scommesse: “per me non ne facciamo neanche una”, “per me 5 a 0 o giù di lì”…solo alcuni sono pronti a scommettere a favore e sono loro…i nostri Springboys; alla fine, dal gradino più alto del podio, li separerà solo una meta!
Più della Coppa conta l’omaggio sincero degli avversari e i complimenti dei tecnici delle altre squadre. I ragazzi mangiano insieme soddisfatti e contenti, si abbracciano e si danno appuntamento alla prossima impresa…Sotto l’acqua, calda della doccia finalmente, penso: che domenica, che U10 e che divertimento!
Grazie a Fridge, Piper e a tutti…
a cura di Stefano Romano